CS Congresso 5 dicembre 2015 – Bienne

Una nuova partenza, una nuova organizzazione!

In occasione del congresso annuale, tenutosi il 5 dicembre a Bienne, La Sinistra svizzera può dire che dopo dei momenti di vuoto, forse inevitabili e forse salutari, fa tesoro degli insegnamenti passati e sì da i mezzi per proseguire nel proprio scopo.

La mozione che domandava la dissoluzione die La Sinistra svizzera è stata rifiutata con 20 voti, 0 si e due astensioni.

Il nuovo collettivo nazionale conta oggi una organizzazione bicefala (tedesca e romanda, con un servizio di traduzione in italiano), con 18 membri rappresentanti otto cantoni.

Lo scopo attuale sarà quello di lavorare sui seguenti assi prioritari:

  • l’invito ad altre sezioni politiche cantonali della sinistra alternativa a partecipare con almeno un rappresentante ai lavori del collettivo nazionale. Questo per noi è il miglior sistema per far sentire le proprie voci, come un sistema per migliorare la comunicazione fra le varie forze cantonali. La Sinistra vuole così contribuire a migliorare le richieste di maggiore trasparenza fra le varie forze.
  • Inventariare tutte le organizzazione politiche a sinistra del PS e dei Verdi, dei sindacati alternativi e delle associazioni, per invitarle a nominare i loro rappresentanti all’interno de La Sinistra. Queste persone saranno invitati in seguito al congresso di fondazione della futura piattaforma nazionale. Questa nuova piattaforma dovrà trovare un nome un modo di funzionamento.
  • Il sostegno alle lotte sociali e le iniziative, condotte dei principali partiti della sinistra governativa (Verdi e socialisti) e dei sindacati, che si avvicinano alle nostre aspirazioni politiche. La Sinistra privilegi la difesa delle sue idee alle lotte d’apparati.
  • Lavoro sull’equilibrio delle forze nel seno del collettivo nazionale, con un voto interno proporzionale garante dell’equilibrio fra tedeschi e romandi, senza dimenticare il Ticino, e con diritto di veto individuale per ogni membro. Questo deve permettere di proporre le nostre posizione su tutti gli oggetti federali, con l’approvazione più larga possibile.
  • In una seconda fase, relativamente al successo della fondazione di questa nuova piattaforma, che avrà come scopo il lancio di iniziative federali, come pure quello di federare il massimo delle forze nelle lotte sociali e campagne nazionali, La Sinistra terrà il suo bilancio personale e deciderà del proprio futuro, tenendo conto dell’opinione dei militanti delle sezioni cantonali.

I membri del nuovo collettivo Nazionale:

Questo collettivo andrà rinforzandosi, si spera in tempi rapidi. Quattro nuove candidature sono state registrate, queste saranno proposte alla prossima scadenza del collettivo.

Collettivo nazionale eletto al congresso del 5 dicembre 2015, Bienne

Ufficio

Svizzera romanda e Ticino

co/Segretario nazionale              Frédéric Charpié (BE)
Finanze                                            Magali Orsini (GE)
Coordinatore romando                 Olivier Cottagnoud (VS)
Collaboratore ticinese                  Giovanni Galli (TI)

Svizzera tedesca

co/Segretario nazionale              Klingsor Reimann (BE)
Finanze                                            perona provvisoria (BE)
Coordinatore tedescofono          Ernst Jost (ZH)
Gestione informatica                    Guillaume Crettaz (BE) LG

Membri:

– Soufia Fekih (VD)
– Sahli Manuel (ZH)
– Gregory Brown (SO)
– Yves Niveaux (SO)
– Olivier Béroud (NE)
– Tony Fernandez (GE)
– Stefan Bolz (ZH)

Frédéric Charpié
Segretario nazionale (romandia e Ticino)     Contatto: info@lagauche.ch / 078 892 73 74

Klingsor Reimann
Segretario nazionale (svizzera tedesca)       Contatto: info@alternative-linke.ch / 079 237 13 55